Cerca
Close this search box.

Tempio Bongeunsa

Bongeunsa Temple a Gangnam, Seoul in Corea del Sud

Storia del Tempio Bongeunsa

Bongeunsa (봉은사) è un antico tempio buddista che sorge a Samseong-dong, nel quartiere Gangnam-gu di Seoul, in Corea del Sud. La sua fondazione risale al 794, durante il regno del re Wonseong, per mano del monaco Yeonhoe, il monaco di rango più elevato del regno di Silla all’epoca. Inizialmente denominato Gyeonseongsa, il tempio è situato sul fianco della montagna Sudo, proprio di fronte al COEX Mall.

Durante la Dinastia Joseon, il Buddhismo in Corea fu fortemente soppresso. Tuttavia, il tempio cominciò a essere conosciuto come Bongeunsa quando fu ricostruito nel 1498 con il patrocinio della regina Jeonghyeon, una regina della Dinastia Joseon. Il termine Bongeunsa significa l’atto di onorare il re, che qui può essere interpretato come una forma di preghiera per la vita eterna del re Seongjong.

Con il sostegno della regina Munjeong, che per un breve periodo nel XVI secolo diede nuova vita al Buddhismo in Corea, Bongeunsa divenne il principale tempio della setta coreana del Buddhismo Seon dal 1551 al 1936. Il monaco Bou fu nominato capo del tempio nel 1548 dalla regina Munjeong, ma fu ucciso poco dopo, poiché le fazioni anti-buddiste riconquistarono il predominio in Corea verso la fine del regno della regina Munjeong. 

Nel 1902, Bongeunsa fu designato uno dei 14 principali templi dell’Impero Coreano. Durante l’occupazione giapponese, il tempio divenne la sede di 80 templi buddisti più piccoli attorno a Seoul. Nel 1922 e nel 1929, il monaco capo Cheongho salvò oltre 700 persone dall’annegamento nel fiume Han, un gesto che ispirò la creazione di un monumento in suo onore e diede ulteriore importanza al tempio. Dopo il periodo coloniale, Bongeunsa entrò a far parte dell’Ordine Jogye, la più grande setta buddista in Corea.

Un incendio nel 1939 distrusse la maggior parte degli edifici, mentre altre parti del tempio furono danneggiate durante la Guerra di Corea. Fortunatamente, Panjeon, una delle poche sale che sopravvisse alla distruzione durante la Guerra di Corea, conserva ancora intagliate sul legno parti del Sutra della Ghirlanda di Fiori, create nel 1855 dal monaco Yeonggi. Il tempio ha subito numerose riparazioni e ristrutturazioni e ora è di nuovo grande e fiorente. Gli sforzi per la ricostruzione e la manutenzione sono ancora in corso anche oggi.

Indice dell'articolo

Come raggiungere il Tempio Bongeunsa

Il Tempio Bongeunsa si trova nel famoso quartiere di Gangnam-gu, proprio di fronte al COEX Mall. Si può facilmente raggiungere con diverse linee della metropolitana:

  • Linea 9: scendete alla stazione di Bongeunsa, uscita 1 – 100 metri
  • Linea 2: scendete alla stazione di Samseong, uscita 6 – 600 metri
  • Linea 7: scendete alla stazione di Cheongdam, uscita 2 – 800 metri. Tra le tre opzioni è la più lontana, ma è comoda se arrivate con la linea 7

Indirizzo: 531, Bongeunsa-ro, Gangnam-gu, Seoul

Templestay al Bongeunsa

Il tempio Bongeunsa fa parte del programma Templestay. Questa iniziativa permette ai visitatori di trascorrere qualche ora o anche una notte e due giorni nel tempio, sperimentando così la vita dei monaci che ci vivono tutto l’anno. Ci sono due tipologie di templestay: la prima che dura due ore e include un tour del tempio, la cerimonia del tè e il Sagyeong, ricopiare a mano dei sutra. La seconda tipologia di templestay dura 2 giorni e 1 notte e permette di sperimentare per davvero la vita di un monaco buddista del tempio Bongeunsa, infatti è sicuramente più impegnativa e profonda come esperienza.

L'importanza del tempio

Il tempio Bongeunsa è una delle mete turistiche più amate di Seoul, offrendo come abbiamo visto anche un programma speciale per coloro che desiderano immergersi nella vita del monaco buddista per un giorno. Al suo interno sono custodite 3479 scritture buddiste di 13 tipologie diverse, tra cui le opere di Kim Jeong-hee.

Il 9 settembre del calendario lunare, il tempio prende vita con la cerimonia buddista denominata Jeongdaebulsa. Durante questo evento, i monaci sfilano con solennità, portando sul capo le sacre scritture e recitando il Beopseongge, un rito buddista che aggiunge un tocco di spiritualità all’atmosfera del luogo.

Bongeunsa si distingue come uno dei templi buddisti più tradizionali in Corea, incarnando l’aspirazione di diffondere e far prosperare il buddismo nel paese. Di fronte al cancello principale, un modesto monumento in pietra recante l’iscrizione “Seongkwa – pyung’on” segnala il luogo dove si è svolto l’Esame Buddista Nazionale dal 1552 al 1564. Questo sito ha un significato cruciale nella storia del buddismo coreano, poiché attraverso tale esame furono selezionati numerosi maestri buddisti, i cui sforzi hanno contribuito a mantenere il tempio vitale e attivo fino ai giorni nostri.